Location intelligence, come sfruttarla al servizio dei consumatori

C’è una nuova moneta di scambio che definisce la relazione tra pubblicità e consumatori. Sono i location data, i dati anonimi relativi alla geolocalizzazione degli utenti, tracciabili attraverso qualsiasi dispositivo elettronico dotato di un GPS, come smartphone, smartwatch e tablet.

La posizione dei propri utenti è un bene prezioso sia per gli editori sia per le aziende a patto che sappiano trasformarlo in un vantaggio competitivo.

Queste informazioni, oggi, rappresentano la base per costruire un ponte tra l’esperienza offline e quella online migliorando l’esperienza d’acquisto multicanale.

 

Come farlo?

Ce ne parla Andrea Campana, CEO Beintoo, nel blog L’anno del mobile di Engage.

Leggi adesso!