Il successo delle app è nell’engagement post install

Il mercato delle app nel 2017 ha raggiunto l’apice con 175 miliardi di download globali per una spesa complessiva di 86 miliardi di dollari (dati riportati nel report annuale di App Annie).

A distanza di un anno l’installazione può essere considerata come un traguardo?

Bisogna considerarla ancora strettamente legata alla frequenza d’utilizzo?

Già nel 2016 App Annie aveva evidenziato in un report come siano solo 10 le app utilizzate ogni giorno da un utente.

Questo dato annunciava come l’attenzione dei produttori si sarebbe spostata dal CPI (cost per install).

Quali sono i nuovi obiettivi?

In primis bisogna orientarsi sempre di più sulla qualità degli utenti e sulla relazione con i consumatori già acquisiti e che dimostrano maggiori potenzialità di fare un acquisto post-install, dando maggiore valore alla strategia CPA (cost per action)

Il mercato sembra propenso a investire anche sulla retention, spingendo i consumatori a riallacciare l’engagement con le proprie apps fruttando il fenomeno largamente diffuso del reinstall.

Secondo le previsioni gli investimenti sulle campagne advertising mobile app install sono destinati a crescere di 2,3 volte da qui al 2020. E’ necessario dunque fare chiarezza sull’andamento del mercato e sulle possibilità che offrirà a breve, cosiderandone sempre anche i rischi.

Per ottenere un ROI efficace e raggiungere l’obiettivo prefissato bisogna approfondire la conoscenza del mercato, comprenderne i cambiamenti, le possibilità e i rischi.

A tal proposito Andrea Campana, CEO Beintoo, ci fornisce un quadro dettagliato nell’ultimo articolo del blog L’anno del mobile di Engage.

Buona lettura!

https://www.engage.it/blog/successo-app-engagement-post-install#h952ptoQVvO7GEjR.97