Beintoo rilascia la Location Intelligence Platform: un innovativo strumento per l’analisi offline dei consumers

Beintoo presenta la Location Intelligence Platform, uno strumento pensato per agevolare i marketers nell’interpretazione della customer journey offline e offrire diverse tipologie di insights a supporto delle attività di marketing.

“In ottica di consolidamento della nostra offerta di strumenti offline, abbiamo deciso di ampliare la gamma di prodotti con l’introduzione di soluzioni che potessero andare oltre la semplice targettizzazione di una campagna pubblicitaria e facilitare i processi decisionali e strategici dei brand. I dati di location, raccolti attraverso la nostra SDK proprietaria, forniscono precise informazioni sul comportamento offline dei consumatori nel territorio tra cui: abitudini, tempo di commuting e interessi nel corso del tempo. Questo ci consente di ottenere, nel pieno rispetto delle normative vigenti sulla privacy, preziose informazioni sui consumatori che vanno oltre i classici dati socio-demo restituendoci un quadro molto più approfondito e particolareggiato dei consumatoriafferma Andrea Campana, CEO Beintoo

La piattaforma consente di condurre analisi di tipo predittivo, di monitorare un’attività o un territorio circoscritto e di condurre analisi pre e post campagne pubblicitarie di diverse tipologie sia online che offline.

Un retailer può, ad esempio, monitorare l’andamento degli accessi nei propri punti vendita, il tempo di permanenza per ciascuno store, la heatmap delle visite per giorno e fascia oraria e confrontarlo con il benchmark di mercato nello stesso periodo. Questo studio consente la normalizzazione degli effetti della stagionalità, isolando gli incrementi dovuti a promozioni o flight pubblicitari e indicare la sorgente e la destinazione del traffico.

La piattaforma è poi in grado di misurare il livello di fedeltà dei clienti finali di un brand, facendo un confronto con la media della industry di pertinenza e suggendo i competitor che si spartiscono la stessa customer base, i brand affini ai propri consumatori e quelli affini ai clienti dei propri competitor.

L’accuratezza della tecnologia alla base della piattaforma consente di superare anche i limiti territoriali, offrendo la  possibilità di condurre analisi sulla popolazione che vive o lavora in una specifica area circoscritta.

“Siamo soddisfatti dei risultati raggiunti con la piattaforma, in quanto, la granularitá dei dati di location in nostro possesso ci ha permesso di contribuire in maniera decisiva nel contesto di processi decisionali fondamentali per il business dei nostri clienti. Per un retailer siamo stati in grado di identificare, ad esempio, i luoghi in cui la domanda di uno specifico prodotto era piú alta e suggerire conseguentemente l’apertura di nuovi punti vendita su un territorio più adatto a quel tipo di business” aggiunge Andrea Campana.

La nuova Location Intelligence Platform di Beintoo include, infine, una semplificata versione della BeAttribution, il prodotto di misurazione dell’efficacia delle campagne drive to store che determina l’uplift, ovvero l’impatto di una campagna in termini di visite in-store, confrontando un gruppo esposto alla campagna pubblicitaria con un gruppo di controllo (con le medesime caratteristiche) e ne determina la differenza incrementale per stabilire le visite attribuite al POI.

La versione Lite consente di ottimizzare il budget pubblicitario, riducendo il tempo di erogazione della campagna a una settimana e limitando l’area di delivery alla singola città.

La Location Intelligence Platform costituisce, dunque, un’opportunità per sfruttare i location data come strumento fondamentale nei processi strategici a lungo e breve termine poiché consentono di conoscere approfonditamente i comportamenti quotidiani dei consumers e l’andamento del mercato attraverso insights scalabili.

Condividi l'articolo:
LinkedIn
Facebook
Twitter
Instagram
Follow by Email